Christopher Lloyd: “Farei volentieri Ritorno al Futuro Parte 4!”

emmett-brown1

È il 2015, l’anno del viaggio nel futuro di Marty McFly in Ritorno al Futuro Parte II, nonché il trentennale di Ritorno al Futuro Parte I.

Ovvio, quindi, che si faccia un gran parlare della popolarissima saga di Robert Zemeckis anche in vista delle celebrazioni in programma. Tutto il mondo, ricordiamo, festeggerà il Ritorno al Futuro Day (qui trovate tutti i dettagli legati al 30° anniversario della pellicola) il 21 ottobre 2015, data in cui ricorre il giorno esatto in cui Marty McFly e Doc Brown viaggiano verso nel tempo e arrivano nel 2015 di Ritorno al Futuro Parte II.

Sappiamo che, attualmente, non sono previsti seguiti o reboot del franchise, eppure in una recente intervista all’Hollywood Reporter, Christopher Lloyd ha affermato senza peli sulla lingua che tornerebbe a vestire i panni del dottor Emmett Lathrop Brown, Doc, in un battibaleno se tutta la gang –Robert Zemeckis, Bob Gale, Michael J. Fox, Lea Thompson e Thomas F. Wilson – dovesse decidere di mettersi al lavoro su un ipotetico quarto episodio.

È difficile elaborare un’idea che possa contenere tutta l’eccitazione dei primi tre e sarebbe davvero complicato per gli sceneggiatori creare una storia originale di Ritorno al Futuro capace di avere la stessa passione, intensità e frenesia dei primi tre. Ma potrebbe accadere, non si sa mai.

Lloyd, 77 anni, afferma che secondo lui anche Michael J. Fox potrebbe tornare a interpretare Marty:

Credo che a prescindere dal Parkinson, tornerebbe nella parte e sarebbe grandioso. Non potrei neanche immaginare di fare un altro Ritorno al Futuro senza di lui, senza Robert Zemeckis dietro la macchina da presa, senza Bob Gale alla sceneggiatura e gli altri attori coinvolti. E la DeLorean, che è stata una scelta ottima per il film, con il suo look futuristico e veloce.

L’attore, che nel tempo ha stretto un vero legame di amicizia con Fox, sostiene che è complicato pensare a un reboot senza l’originale Marty McFly e di essere tutt’ora stupito della grande popolarità di Ritorno al Futuro:

Sono sorpreso. Non avevo previsto minimamente che sarebbe stato così popolare tutt’oggi.

Ricordiamo che, tempo fa, Robert Zemeckis ha espressamente specificato come una precisa clausola contrattuale impedisca alla Universal e alla Amblin di produrre dei seguiti o remake della saga fino a che lui e Bob Gale sono in vita.

Ma chi può dire con certezza che tutto l’amore che i fan dimostrano ancora verso il franchise non possa portare a un cambio di rotta?

via:badtaste.it

Ricevi le nostre Newsletter per rimanere aggiornato
Precedente Tumore polmoni. Nuovo farmaco ‘discioglie’ la malattia senza ricorso alla chemioterapia Successivo Il parassita che entra dai piedi scalzi (e fa danni a distanza di tempo)